Home / RECENSIONI / REVIEW – WEEKEND DEL MUSICAL

REVIEW – WEEKEND DEL MUSICAL

12767733_10207930874862333_1987916398_n

Cesare Vangeli, con il LIM, dà spazio ai performers di domani, presentati da Stefania Fratepietro. Manuel Frattini presidente di giuria.

12788188_10207930874662328_421445258_ndi Ilaria Faraoni
Il LIM, Laboratorio Ials Musical di Roma, diretto da Cesare Vangeli, ha organizzato la nuova edizione del Weekend del musical italiano.

La partecipazione delle scuole di danza ha visto rappresentate diverse parti d’Italia, dal nord al sud.

Condotta da Stefania Fratepietro e da Vangeli stesso, la serata conclusiva di domenica 21 febbraio, giunta dopo un sabato di workshop allo Ials (Istituto addestramento lavoratori dello spettacolo) di cui hanno potuto usufruire i numerosi allievi iscritti, ha presentato al pubblico le scuole con le loro esibizioni e la premiazioni dei ragazzi più meritevoli secondo il giudizio di una giuria selezionata, così composta: Cinzia Alitto, Marco Simeoli, Cristina Pensiero, Mimmo Del Prete e Niccolò Petitto. Presidente di giuria ed ospite d’onore Manuel Frattini presentato così dalla Fratepietro: «Fin dalla prima volta, sono rimasta folgorata da te!»; poi, rivolgendosi al pubblico, ha continuato Stefania: «Se c’è Manuel in uno spettacolo, guardi solo lui: catalizza tutta la luce e l’energia».

Un bel momento della serata, una dimostrazione di sincera ammirazione ed entusiasmo tra colleghi, sentimenti che non sempre si riscontrano, purtroppo, nell’ambiente dello spettacolo.

Le scuole, riunite al Teatro Auditorium Due Pini di Roma, hanno accolto gli spettatori che arrivavano schierate su due file, riservando i loro “buonasera” lungo tutta la scalinata che portava in platea; hanno poi avuto 6 minuti ciascuna per presentare al pubblico ed ai giurati un medley (ballato e cantato) dedicato ad un musical a loro scelta.

12782517_10207930875062338_282808145_n

Eccole in ordine di esibizione:
RITMIDANZA (Mestre) – Responsabile Loredana Avagliano – Spring Awakening
ON BROADWAY (Sorrento) – Direzione artistica Eleonora di Maio – Mamma mia! e Peter Pan (gruppo dei più giovani)
ON STAGE (Alessandria) – di Chiara Scipione e Martina Allia – Chicago, coreografie Chiara Scipione
LALTRADANZA (Roma) – Direzione artistica Michela Marchese – Notre Dame de Paris
PIANETA DANZA (Cosenza) – Direzione artistica Isabella Sisca – Mary Poppins

In palio alcune borse di studio del valore di € 1.500 per il LIM, che dal prossimo anno, come comunicato da Cesare Vangeli durante la serata, aprirà due nuove sedi, una a Milano ed una a Catania.
E ancora, in palio, tre borse di studio destinazione Finlandia, presso il West Finland college.

Un applauso va a tutti i partecipanti per l’impegno e l’entusiasmo con cui si sono preparati ed esibiti.
Tra tutti i ragazzi vogliamo citare alcuni nomi che ci hanno colpito.
12788107_10207930874982336_32907178_nPrima fra tutti nominiamo la piccola Claudia Rispoli, una bambina che ha impersonato Trilly nel medley di Peter Pan della scuola On Broadway di Sorrento: mascotte del gruppo, Claudia ha attirato l’attenzione per la convinzione (quasi già da adulta) nell’interpretazione e per il portamento e l’eleganza che la contraddistinguono, nonostante la giovanissima età, sia nei passi di danza, sia nell’uso del nastro, altro punto di merito a suo favore.

Bravissimo Lorenzo Belviso per l’interpretazione in Spring Awakening che gli è valsa la vittoria di entrambe le borse di studio in palio. Dispiace non menzionare qui i nomi di tutte le ragazze del gruppo, tutte – senza esclusione alcuna – meritevoli quanto Lorenzo. E infatti il medley presentato da Ritmidanza di Mestre ha vinto meritatamente anche come migliore esibizione. Complimenti quindi agli insegnanti ed ai ragazzi che hanno sostenuto una prova splendida, piena di energia, espressività e preparazione tanto da non sembrare quella di una scuola: il gruppo è già pronto per un salto di qualità.

E ancora citiamo Benedetta Morando e Matteo Fedele (rispettivamente Clopin e Gringoire) della scuola Laltradanza di Roma per il medley su Notre Dame de Paris. Benedetta ha cantato mentre eseguiva passi di danza vera: molto difficile gestire il fiato in queste situazioni e, nonostante possa ancora affinare la tecnica da usare in questi frangenti, ha saputo fronteggiare molto bene la situazione. Brava! Matteo, che ha solo cantato, ha mostrato un bel timbro e potenza vocale.12767384_10207930877862408_300196555_nCome non menzionare poi le due piccole mascotte della scuola Pianeta Danza di Cosenza, Antonio e Ilaria che, come Jane e Michael Banks, hanno cantato la lettera/inserzione per la nuova tata che arriverà magicamente nelle mani di Mary Poppins? Per loro lo spettacolo, come è giusto che sia a quella età, è solo un gioco; alla domanda «Cosa vuoi fare da grande?», la piccola Ilaria ha risposto di voler diventare una pittrice e il piccolo Antonio, scatenando un applauso intenerito, ha affermato convinto: «Voglio fare l’album dei calciatori!».

12782501_10207930877982411_1697600936_nConvincente nell’eseguire la coreografia di Chicago il gruppo della scuola On Stage di Alessandria.

Fuori concorso si sono esibiti, in vari punti della serata, i preparatissimi e professionali allievi del Lim, cui si sono aggiunti i loro insegnanti Cesare Vangeli, formidabile come sempre con il suo tip tap e Cristina Pensiero, altra bravissima ballerina e coreografa. I limmini, così come vengono chiamati, hanno aperto letteralmente le danze con Gente Matta da Ciao Rudy, per continuare poi, più avanti, con un medley dello stesso spettacolo.

La gara è stata resa molto piacevole anche dalla conduzione di Cesare Vangeli e di Stefania Fratepietro, che oltre ad essere una delle performer più complete e trascinanti del nostro teatro musicale, è anche una presentatrice nata. Molto spesso nei concorsi capita di assistere a presentazioni seriose, impacciate o troppo formali, impersonali: la Fratepietro, insieme a Vangeli, ha trasformato in spettacolo anche gli annunci delle esibizioni, portando un po’ dell’atmosfera del suo show Musicalmente (nuovamente in scena dal 7 marzo), all’interno del Weekend del musical.  E così, tra un’esibizione e l’altra, il pubblico non si è annoiato, ma divertito, apprendendo anche un po’ di storia dei musical proposti dalle scuole, per emozionarsi poi con il medley che la Fratepietro ha dedicato ad Andrew Lloyd Webber, con l’accompagnamento al piano del Maestro Marco Bosco: un’esibizione tra le più belle in assoluto dell’artista ligure che, nonostante i chilometri macinati e due spettacoli diversi affrontati nei due giorni precedenti, ha quasi superato se stessa. Una vera gioia ascoltarla.

Ogni giurato poi, ha lasciato il segno con i propri interventi: Mimmo Del Prete, presidente dello Ials, ha ricordato alcuni episodi interessanti della sua carriera ed il suo esordio, in Un paio d’ali (con Rascel, Carotenuto e la Ralli), coreografato nientemeno che dal grande Hermes Pan, braccio destro di Fred Astaire; Cinzia Alitto, attrice, insegnante e coach di dizione e recitazione ha sottolineato ai ragazzi quanto sia necessario lo studio: «Il talento va alimentato, se si raggiungono degli obiettivi bisogna essere in grado di tenerseli»; l’attore e regista Marco Simeoli (che vedremo impegnato con Proietti all’Auditorium Parco della musica e in Rumori fuori scena) ed il giovane produttore Niccolò Petitto hanno annunciato la prossima edizione degli Oscar del Musical  al Teatro Brancaccio.

12767413_10207930878102414_2100870707_nDulcis in fundo, Manuel Frattini ha confessato come per lui non sia cambiato niente dal suo esordio nel musical nel 1991 con la Compagnia della Rancia; «Poco fa, dietro le quinte, avevo il cuore in gola» ha ammesso, per comunicare ai ragazzi un messaggio importante: «Auguro a tutti voi di non smettere mai di provare questa emozione».
Entusiasmante il medley dedicato a Cantando sotto la pioggia, che ha visto gli allievi del Lim con Vangeli, la Fratepietro e Frattini: quest’ultimo ha incantato gli spettatori col suo incredibile carisma e le sue pirouettes saltate sulle ginocchia esibendosi in Falli ridere/Make ‘em laugh. Sfiorato così il duetto con Stefania Fratepietro, che speriamo qualche regista o produttore ci faccia vedere prima o poi, perché è incredibile che due fuoriclasse del genere non abbiano mai lavorato insieme.

In attesa del responso della giuria, che ci ha messo più del dovuto ad accordarsi, il pubblico ha potuto gustare una simpatica improvvisazione di I got rhythm cantata dalla Fratepietro con un inedito duetto a quattro mani alla tastiera: Emilano Begni e Marco Bosco.

Gran finale con tutti i ragazzi del Lim, i presentatori ed i giurati che hanno ballato sulle note di Gente Matta.

12767733_10207930874862333_1987916398_n

Segue comunicato ufficiale con tutti i vincitori:

Si è concluso domenica 21 febbraio con grande successo a Roma il WEEKEND DEL MUSICAL ITALIANO 2016 organizzato dalla scuola di Teatro&Musical LIM diretta da Cesare Vangeli (regista della serata finale).

Super ospite Manuel Frattini, presidente di giuria, che si è esibito a fine serata in un medley dedicato a “Cantando sotto la pioggia” insieme a Vangeli, Stefania Fratepietro e gli allievi del LIM. La giuria composta da Cinzia Alitto, Marco Simeoli, Cristina Pensiero, Mimmo Del Prete e Niccolò Petitto, ha premiato 15 allievi provenienti da tutta Italia.

Il premio come “migliore esibizione” è andato a RITMIDANZA Mestre di Loredana Avagliano con un numero ispirato a Spring Awakening. Due borse di studio del valore di 1500 euro sono andate a Lorenzo Belviso (Ritmidanza – Mestre) e Marcella Jo Pirillo (On Broadway – Sorrento). Tre borse di studio per il West Finland college sono state assegnate a Lorenzo Belviso (Ritmidanza – Mestre), Federica Pinna (Laltradanza – Roma), Camilla Ottonelli (On Stage – Alessadria).

Divertente improvvisazione danzata di Stefania Fratepietro e Cesare Vangeli coadiuvati da due straordinari pianisti (coinvolti per caso) Emiliano Begni e Marco Bosco (che hanno suonato a quattro mani) aspettando la giuria che non si accordava… Per il finale, sul palco, a ballare “Gente matta”, tutti i professionisti e gli allievi premiati.

About Ilaria Faraoni

Giornalista, laureata in "Lettere Moderne - discipline dello spettacolo" alla Sapienza di Roma (vecchio ordinamento) con una tesi in "Storia del Teatro", ho studiato musica e chitarra classica per 10 anni con il Maestro Roberto Fabbri, sono istruttrice FITD di balli coreografici a squadre (coreographic team). Il mio interesse per l'arte è a 360°. Ho studiato fumetto diplomandomi alla "Scuola Internazionale di Comics". Tra le mie attività c'è anche la pittura: ho frequentato i corsi della Maestra Rosemaria Rizzo e ho tenuto diverse mostre personali (una delle quali interamente dedicata al mondo del musical) in sedi prestigiose; nel 2012 sono stata premiata a Palazzo Valentini (sede ufficiale della Provincia di Roma) con un Merit Award per la promozione dell'acquerello.

One comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*