Home / RECENSIONI / REVIEW – MAMMA MIA! IL MUSICAL 2017

REVIEW – MAMMA MIA! IL MUSICAL 2017

Foto Antonio Agostini

Mamma mia! Piparo vince giocando un tris d’assi femminile nel musical “Donna” per eccellenza: Sabrina Marciano, Laura Di Mauro ed Elisabetta Tulli. Paolo Conticini, Luca Ward e Sergio Muniz sono i tre padri di Sofia/Eleonora Facchini. Jacopo Sarno è Sky. Il video con le immagini della prima romana a fine articolo

di Ilaria Faraoni

Finalmente il musical Mamma Mia!, l’ultima produzione del Sistina e di PeepArrow Entertainment, dopo il debutto estivo nei teatri all’aperto e il tour iniziato ad ottobre, è arrivato a casa, al Teatro Sistina di Roma, dove rimarrà per tutte le feste, fino a domenica 7 gennaio, per poi proseguire il viaggio nel resto d’Italia fino alla seconda metà di febbraio. All’attivo, prima dell’arrivo nella capitale, già 76.530 biglietti staccati.

Foto Antonio Agostini

Era uno dei sogni nel cassetto di Massimo Romeo Piparo, che ha curato regia e adattamento, quello di portare in scena lo spettacolo con le hit degli Abba, da lui amati fin da ragazzo (leggere QUI il servizio sulla conferenza stampa di presentazione e l’intervista su Central Palc).

Il regista ha adattato il musical in italiano per volere degli stessi Abba, anche se avrebbe preferito inizialmente proporre le canzoni in lingua originale (per approfondimenti leggere il già citato servizio). Il gruppo svedese è stato particolarmente pignolo sui giochi di parole o sulle ripetizioni presenti nei brani, chiedendo che fossero mantenuti anche in italiano, tanto che un titolo come Knowing me, knowing you, inizialmente adattato in maniera diversa da Piparo, è diventato Io son io, tu sei tu.

Foto Antonio Agostini

I brani, nella nostra lingua, restano efficaci e permettono al pubblico di capire a pieno la storia raccontata, perché alcuni passaggi importanti sono raccontati proprio nelle canzoni, nonostante si tratti di un juke-box musical, costruito su pezzi preesistenti allo spettacolo, che debuttò a Londra nel 1999, originariamente creato da Judy Craymer, con libretto di Catherine Johnson.

La parte musicale è esaltata dalla valente mini orchestra capeggiata dal direttore musicale Emanuele Friello che con Piparo ha ormai un lungo sodalizio artistico come del resto tutto il team creativo di Mamma Mia!. Gli elementi dell’orchestra composta da Fabrizio Siciliano (tastiere – assistente direttore musicale), Federico Zylka/Sabino Lo Jodice (tastiere), Andrea Inglese (chitarre), Stefano Mandatori (chitarre), Pino Saracini/Dado Neri (basso), Stefano Marazzi/Simone Macram (batteria) e dallo stesso Friello (tastiere) suonano a vista, sul piano più alto della scenografia, all’interno della locanda “Notti d’estate”, coprotagonista della storia.

Storia che, per quei pochi che non la conoscessero (almeno dal film del 2008 con Meryl Streep) racconta di un’isoletta greca sulla quale sta per essere celebrato il matrimonio tra i giovanissimi Sofia e Sky. La ragazza, cresciuta dalla volitiva ma al tempo stesso fragile madre Donna – che porta avanti con fatica la sua locanda – invita per le nozze, all’insaputa di tutti, i suoi tre possibili padri, scovati grazie ad un vecchio diario della mamma trovato e letto di nascosto. La decisione porta con sé equivoci, colpi di scena ed anche momenti di commozione.

L’allestimento scenico, firmato da Teresa Caruso (i costumi sono di Cecilia Betona e le luci di Daniele Ceprani), è un altro punto a favore di questa edizione di Mamma Mia! Un pontile che sormonta vera acqua di mare che scorre, dando un’impressione molto realistica e naturale (si parla di 9 mila litri di acqua); un girevole che ospita un’ulteriore struttura girevole con tre posizioni, di cui due per due esterni differenti ed una, con apertura a libro, per le scene in interno; colori tenui, bouganville che si arrampica sui muri: il tutto (integrato da videoproiezioni sul fondo usate ora in modo descrittivo, ora in modo narrativo) concorre a creare eleganza mediterranea e movimento, che prosegue fluidamente e si innesta sulle coreografie scattanti di Roberto Croce, del quale si riconosce immediatamente lo stile.

Foto Antonio Agostini

E di movimento si può parlare anche per la regia di Piparo, che culmina in tal senso nella scena della festa di addio al nubilato/celibato prima delle nozze, con un linguaggio cinematografico che sostituisce egregiamente quello che su pellicola sarebbe stato ottenuto con l’uso del montaggio, complice anche un efficace effetto rallenty che avvolge tutti coloro che, a turno, non sono in primo piano nella scena, sulle note di Voulez-Vous.

Foto Antonio Agostini

Niente di tutto questo, però, nemmeno le trascinanti e celeberrime canzoni degli Abba come quella del titolo o, per citarne solo alcune, Dancing Queen, Super Trouper e Honey, Honey (che, discostandosi dai giochi delle ripetizioni è diventata in italiano “Tesorino“) avrebbero sortito l’effetto desiderato senza di loro: tre assi del musical italiano come Sabrina Marciano (Donna), Laura Di Mauro (Tania/Tanya) ed Elisabetta Tulli (Rosy/Rosie). Perfetta la scelta di Piparo per Donna e le sue amiche ed il pubblico lo sta ripagando.

Foto Antonio Agostini

Sabrina Marciano merita tutto il successo che sta riscuotendo e soprattutto merita la fiducia del regista che le ha affidato il ruolo che al cinema è stato di Meryl Streep: Sabrina regala al pubblico una interpretazione forte, divertente, energica con picchi emozionanti e intensi come nei brani Slipping Through My Fingers e The winner takes it all. Si nota inoltre il grande lavoro sulla fisicità per creare la mascolinità e la stanchezza che a tratti prendono possesso del corpo di Donna.

Foto Antonio Agostini

Laura Di Mauro è esplosiva con la sua Tania, ironica e sopra le righe quanto basta, mix di vis comica e sensualità: un ruolo che esalta le qualità di Laura.

Foto Antonio Agostini

Elisabetta Tulli è una straordinaria Rosy, resa irresistibilmente simpatica e comica grazie ad un lavoro perfetto che l’artista ha fatto anche sulla gestualità e sulla postura.

Foto Antonio Agostini

Tre artiste diversissime tra loro che insieme riescono a creare un’alchimia unica riempiendo la scena con le loro personalità, scatenando applausi a scena aperta. Quando sul palco ci sono loro, la presa sul pubblico è assicurata. Basti pensare anche a come è stato costruito il brano Chiquitita: un vero spasso!

Foto Antonio Agostini

E poi ci sono i tre uomini di Mamma Mia!: Paolo Conticini, Luca Ward e Sergio Muniz, artisti di altra provenienza prestati al musical, anche se non è il primo che interpretano. Di certo il canto non è il loro mestiere, ma portano a casa i rispettivi personaggi, dal punto di vista vocale, con grande simpatia: rispettivamente Sam, Romolo (Bill) ed Enrique (Harry). Dal punto di vista attoriale Muniz diverte con l’ingenuità del suo “metallo puro”, Conticini intenerisce con i sogni di Sam, Ward spopola con il suo romanissimo – anche nella gestualità, chapeau! – Romolo, scelta vincente di Piparo per dare un tocco ancora più personale e divertente alla storia. La ricerca è andata, come aveva spiegato Ward in conferenza stampa, verso un recupero del dialetto romano di qualche anno fa, non contaminato come quello che si sente parlare ai giorni nostri. Non manca un’autocitazione de Il Gladiatore, che il pubblico ha apprezzato molto.

Foto Antonio Agostini

Lodi anche per Eleonora Facchini e Jacopo Sarno, Sofia (Sophie) e Sky, giustissimi nei ruoli: Eleonora porta il pubblico con sé con il suo entusiasmo per la vita, i suoi sogni e la testardaggine nel trovare le sue radici.

Foto Gianluca Saragò

Tra gli altri ruoli spicca (anche quando è nelle scene di ballo corali) Alessandro Lanzillotti che si mette in luce nel ruolo di Paprika (Pepper). È giusto comunque citare tutto il cast: Gea Andreotti (Alice), Linda Gorini (alternate Lisa), Emanuela Puleo (alternate Lisa), Donato Altomare (Edo/Eddie), Sebastiano Vinci (Padre Alexandios).

Anche l’ensemble è di ottimo livello: Sandro Bilotta, Debora Boccuni, Andrea Bratta, Germana Cifani, Nico Colucci, Alessia Cutigni, Lorenzo De Baggis, Roberta Giampino, Lorenzo Gitto, Michele Iacovelli, Benedetta Imperatore, Luca Paradiso, Fabrizia Scaccia, Sara Telch.

Alla fine tutto il pubblico, che durante lo spettacolo, la sera della prima, ha costantemente battuto il tempo con le mani sui brani più ritmati, si è scatenato tutto in piedi sul medley finale, questa volta rigorosamente in inglese con le parole proiettate a mo’ di karaoke,  guidato da Sabrina Marciano, Laura Di Mauro, Elisabetta Tulli, Paolo Conticini, Luca Ward e Sergio Muniz nelle loro tute aderenti e scintillanti anni ’70, come in una vera discoteca.

A precedere il debutto romano, il consueto ingresso spettacolare del cast in via Sistina, da gustare nel video qui sotto (segue comunicato stampa sulla première romana).

Comunicato stampa del 7 dicembre:

Una Première d’eccezione ieri sera a Roma per il nuovo travolgente Musical firmato Massimo Romeo Piparo, l’evento teatrale più atteso dell’anno.

Luca Ward, Paolo Conticini, Sergio Muniz e tutti i protagonisti del cast di Mamma Mia! sono arrivati a sorpresa davanti l’ingresso del teatro a bordo di un pullman a due piani in scintillanti e coloratissimi abiti in lurex, tra migliaia di palloncini blu, le coreografie dei 60 bambini dell’Accademia Il Sistina, accompagnati dalle note delle mitiche canzoni degli Abba.

Un vero e proprio evento che ha incantato via Sistina e fatto registrare il tutto esaurito nel tempio del Musical italiano. Un pubblico cha ha riso, cantato, ballato e si è scatenato in applausi interminabili.

A fare gli onori di casa il Direttore Artistico, Regista e Produttore Massimo Romeo Piparo. Tra i primi ad arrivare: Pippo Baudo, Enrico Montesano, Christian De Sica, il Direttore di Rai3 Stefano Coletta, la Direttrice del TG2 Ida Colucci con Flavio Mucciante, Tiberio Timperi, Alessandro Cecchi Paone, Enrica Bonaccorti, Sebastiano Somma, Simona Marchini, i volti noti dei TG Alberto Matano, Manuela Moreno, Marzia Roncacci e Barbara Capponi. E ancora: le attrici Samuela Sardo e Giada Desideri, Rita Dalla Chiesa, Barbara Bouchet, Fiordaliso, Fioretta Mari, Rossella Brescia e Luciano Cannito, Giucas Casella, Antonella Elia, Michele La Ginestra, Danilo Brugia, Manlio Dovì, Francesco Testi, Gianfranco D’Angelo, Francesca Draghetti, Stefano Pantano e Gianni Mazza. 

Il Musical Mamma Mia! sarà in scena al Teatro Sistina per tutto il periodo natalizio, fino a domenica 7 gennaio.

Foto Gianluca Saragò

La storia della giovane Sophie che, a pochi giorni dal suo matrimonio sull’isola greca in cui vive, chiama i tre fidanzati storici di sua madre per scoprire chi di loro è il padre che non ha mai conosciuto, ha già conquistato il cuore di tantissimi ed è MammaMiaMania! con 76.530 biglietti staccati ad oggi.

Numeri straordinari per questa nuovissima versione, interamente italiana, della più celebre commedia musicale degli anni 2000, che ha strappato applausi in tutto il mondo e ha fatto scatenare il pubblico con le mitiche canzoni degli Abba, è frutto di un notevole impegno produttivo di PeepArrow Entertainment e Il Sistina e un nuovo grande successo firmato Massimo Romeo Piparo, autore della regia e dell’adattamento: 

“Sarà proprio con questo mio nuovo spettacolo che il Sistina festeggerà i 1000 sipari alzati da quando 5 anni fa ebbi l’onore e l’onere di rilevare e rilanciare la prestigiosa Venue capitolina. Doppia quindi la mia emozione nel vedere approdare (è il caso di dirlo pensando al mare) Mamma Mia! al Sistina per queste Festività all’insegna del buonumore, del sogno e del romanticismo. Mamma Mia! è uno di quei musical che si sognano un po’ tutta la vita, soprattutto per chi come me è cresciuto sulle note degli Abba”, spiega Massimo Romeo Piparo, aggiungendo che “questo Musical non solo sarà “il ‘titolo dell’anno’ che anche in pieno inverno per due ore ci farà sentire al mare” ma farà scoprire al pubblico “uno spettacolo super femminista in cui le donne sono le vincitrici assolute. Un favola in cui a vincere è l’Amore con la maiuscola, quello di una figlia per il proprio Padre, e l’ineguagliabile amore di Mamma”.

Nel ruolo dei protagonisti tre attori amatissimi dal grande pubblico e già affermati anche nel Musical, Luca Ward, Paolo Conticini e Sergio Muniz, nei personaggi che nel film vennero interpretati da Stellan Skarsgard, Pierce Brosnan e Colin Firth. Nel ruolo di Donna la bravissima Sabrina Marciano e in quello di Sofia (Sophie) la giovane promessa Eleonora Facchini. Accanto a loro anche Elisabetta Tulli e Laura Di Mauro nei ruoli delle scatenate amiche del cuore di Donna, rispettivamente Rosie e Tanya, Jacopo Sarno alias Sky, un cast di oltre 30 artisti e l’Orchestra dal vivo diretta dal Maestro Emanuele Friello.

PROSSIME DATE DEL TOUR:

UDINE 12 – 14 GENNAIO 2018 (TEATRO NUOVO GIOVANNI DA UDINE)

MANTOVA 16-17 GENNAIO 2018 (GRAN TEATRO PALABAM)

TRENTO 19-20 GENNAIO 2018 (TEATRO ADITORIUM S. CHIARA)

GENOVA 23 – 28 GENNAIO 2018 (TEATRO POLITEAMA)

LIVORNO 30 GENNAIO 2018 (TEATRO GOLDONI)

MODENA 3 E 4 FEBBRAIO 2018 (TEATRO COMUNALE)

PARMA 6 E 7 FEBBRAIO 2018 (TEATRO REGIO)

BOLOGNA 9-11 FEBBRAIO 2018 (TEATRO EUROPAUDITORIUM)

JESOLO 13-14 FEBBRAIO 2018 (PALA ARREX)

LUGANO 16 – 18 FEBBRAIO 2018 (LAC)

Foto Gianluca Saragò

CREDITS:

Il Sistina      PeepArrow     Tigotà

su licenza di
MUSIC THEATRE INTERNATIONAL (EUROPE)

presentano

MAMMA MIA!

MUSICHE E TESTI DI

BENNY ANDERSSON
BJÖRN ULVAEUS

E ALCUNI BRANI DI STIG ANDERSONLIBRETTO DI CATHERINE JOHNSON

ORIGINARIAMENTE CREATO DA JUDY CRAYMER

MAMMA MIA! È ORIGINARIAMENTE PRODOTTO A LONDRA DA JUDY CRAMER, RICHARD EAST E BJORN ULVAEUS PER LITKLESTAR IN ASSOCIAZIONE CON UNIVERSAL

MATERIALI AGGIUNTIVI & ARRANGIAMENTI: MARTIN KOCH

EDIZIONI MUSICALI UNIVERSAL MUSIC PUBLISHING GROUP

NEL NUUOVO ALLESTIMENTO ITALIANO DIRETTO DA MASSIMO ROMEO PIPARO

Scene
TERESA CARUSO

Costumi
CECILIA BETONA

Luci
DANIELE CEPRANI

Suono
ALFONSO BARBIERO e STEFANO GORINI

Coreografie
ROBERTO CROCE

Direzione Musicale
EMANUELE FRIELLO

Produzione Esecutiva
FRANCESCA PIPARO

Adattamento italiano e regia originale
MASSIMO ROMEO PIPARO

Foto Gianluca Saragò

Teatro Sistina

Via Sistina 129, 00187 Roma

Info e Prenotazioni: 06 4200711 – 392 8567896

prenotazioni@ilsistina.it

www.ticketone.it

www.ilsistina.it

www.facebook.com/teatrosistinaroma

www.twitter.com/teatrosistina

 

Prezzi Biglietti

Poltronissima €55,00

Poltrona e I Galleria €50,00

Seconda Galleria €45,00

Terza Galleria €35,00

 

Orario Spettacoli

Dal martedì al sabato ore 21.00

Domenica ore 17.00

Sabato 16 dicembre e sabato 6 gennaio ore 17.00 e 21.00

Martedì 26 dicembre solo ore 17.00

Speciale Notte di San Silvestro ore 20.45

Lunedì 1° gennaio solo ore 18.00

Foto Antonio Agostini

About admin

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*