Home / MUSICAL MON AMOUR / FRANKENSTEIN JR E CIAO AMORE CIAO PREMIATI AL GEW

FRANKENSTEIN JR E CIAO AMORE CIAO PREMIATI AL GEW

10312413_678157798898033_4387195592678126491_n

A CATANIA E’ NATO UN NUOVO FESTIVAL DEDICATO AL CINEMA ED AL MUSICAL.

10302023_455708677896664_5490417245813208995_ndi Paolo Vitale

La notizia di questa premiazione non è certo fresca di giornata, ma a noi di Musical! interessava conoscere meglio questa nuova manifestazione catanese, il GEW – Gold Elephant World [l’elefantino è il simbolo della città di Catania ndr], per capire come sono stati scelti i vincitori e come funziona nel complesso questo emergente festival etneo.

Per questo motivo abbiamo voluto intervistare direttamente il fondatore, nonchè anima artistica, del GEW, Cateno Piazza.

Cateno, ci spieghi prima di tutto come nasce il nome del festival “Gold Elephant World”?

Quello di voler realizzare un Festival a Catania, dedicato al Cinema e al Musical, era un desiderio che già da tempo animava i giovani appassionati etnei. Nel Giugno 2011, l’Associazione Culturale Unieventi, costituisce all’interno della propria associazione una task-force di professionisti ed appassionati del settore organizzazione eventi, cinema e musical, con l’obiettivo di realizzare il primo Festival Internazionale di Cinema e Musical di Catania, dal titolo: “Gold Elephant World – International Film & Musical Festival”. A fine 2011, ho lasciato la direzione di un altro festival internazionale dedicato al fumetto e al cinema d’animazione ed ho acquistato i diritti legali del Festival.

Il GEW nasce come festival cinematografico, ma da quest’anno si è ampliato anche al mondo del musical! Come mai?

No, il GEW sin dalla prima edizione, nasce come festival del cinema e del musical. Le prime due edizioni del Festival sono state lanciate con  uno spirito volto anche a verificare l’effettiva sensibilità del tessuto sociale nei confronti del musical. La risposta è stata entusiasmante!!!

Per questa prima edizione sono stati premiati Giampiero Ingrassia come “Miglior Attore Protagonista” e “Ciao Amore Ciao” come “Miglior Opera Prima”. Come avete fatto queste scelte?

La direzione del Festival, valuta le opere candidate ai Gold Elephant World Awards sulla base della qualità e serietà dell’Opera, della Compagnia/Produzione, del Cast artistico e della Troupe e, successivamente presenta alla Giuria delle nomination. Per questa terza edizione del Festival, la Giuria presenziata dallo scrittore, sceneggiatore e regista Aurelio Grimaldi, ha premiato “Frankenstein Junior”, di Saverio Marconi, come miglior musical e miglior produzione e Giampiero Ingrassia come miglior attore protagonista; invece un premio come miglior opera prima è andato al musical Ciao amore ciao. Tenco e Dalida tra musica e amore di Piero Di Blasio, Luca Notari e Stefania Fratepietro. Ritengo che in tempi di seria difficoltà economica e di crisi culturale, come quelli attuali, è importante offrire ai giovani talenti e al pubblico, una concreta vetrina d’incontro.

Catania dal punto di vista “musical” forse è stata sempre un po’ defilata, anche se il pubblico etneo sembra essere molto attento ed interessato a questo genere teatrale. Potrebbe il GEW riportare il grande musical a Catania?

Riportare a Catania, il grande musical è il mio sogno! Quest’anno abbiamo lanciato un sassolino in questo mare di pubblico curioso, ma a volte distratto o demotivato. Sono certo che molto presto il Festival avrà all’interno del suo programma non solo Prime cinematografiche ma anche Anteprime di Musical!

Un dettaglio importante, il GEW non è stato finanziato da nessun ente pubblico. Questa totale “indipendenza” economica, come ha contribuito alla scelta dei lavori in gara?

Il successo principale del Gold Elephant World – International Film & Musical Festival è stato reso possibile dall’impegno congiunto di molteplici partner culturali, dalle associazioni alle fondazioni, da illustri media partner e da numerosi free-press sul cinema, teatro e televisione. Sono certo che in un prossimo futuro, le Istituzioni torneranno a valorizzare e supportare tutti gli eventi che hanno l’opportunità di raggiungere un attivo mercato e un dinamico rapporto tra cultura e turismo.

Qual è il futuro del musical all’interno del GEW? Questo “anno zero” darà lo slancio per una maggiore presenza del musical in questo festival?

Come già anticipato, il Festival intende acquisire fiducia da parte delle Compagnie di musical nazionali ed internazionali e nel contempo sensibilizzare il pubblico visitatore. Il futuro del musical all’interno della prossima edizione del Festival, sarà ben circoscritto e definito. Per concludere: evviva il Cinema e il musical! Evviva il Gold Elephant World!

About Paolo Vitale

Da settembre 2016 sono direttore della rivista Musical! e dal 2010 direttore del portale Centralpalc.com. Nel tempo libero sono anche architetto, scenografo, lighting designer, event planner e social manager! Si esatto: non dormo dal 1994.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*